Come aprire un autolavaggio

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Visto che l'Italia è una delle nazioni al mondo dove c'è il maggior numero pro capite di automobili, aprire un autolavaggio potrebbe essere un'ottima intuizione. Avere un'auto pulita è per alcuni una mania, per altri un'esigenza, per questo quasi la metà degli italiani si rivolge ad un autolavaggio per far brillare la propria quattro ruote. Con questa guida ti consiglio come fare per avviare questo tipo di attività, in alcuni casi molto remunerativa.

25

Occorrente

  • investimento
  • piano economico e di mercato
  • autorizzazioni governative
35

Per determinare che tipo di autolavaggio aprirai, ad esempio se sarà a mano oppure automatico, devi considerare quanto capitale iniziale puoi investire. Va da sé che un lavaggio a mano richiederà l'acquisto di una strumentazione poco costosa, mentre uno automatico avrà bisogno di cifre più significative. Prendi una decisione che sia consona alle tue possibilità ma non lasciarti condizionare soltanto dal costo iniziale; considera anche che un autolavaggio a mano, dove si ripulisce un'auto in circa 40 minuti, sarà un'attività dinamicamente molto più lenta rispetto ad un autolavaggio automatico. Inoltre, tieni a mente che avrai più successo se offrirai ai tuoi clienti un'ampia scelta di prodotti specifici per la pulizia dell'auto. Per aprire un impianto di media grandezza, hai bisogno di una superficie di almeno 1.500 metri quadrati, tenendo presente che ci saranno vari spazi dedicati rispettivamente al lavaggio della carrozzeria, alla pulizia interna e dei tappeti, e uno spazio libero da adibire come parcheggio e eventuali pulizie più accurate, soprattutto per gli interni.

45

In genere queste attività puoi aprirle o in zone attigue a grandi distributori di carburante (in modo da avere agevolazioni, buona pubblicità, e supporto), o nelle adiacenze di centri commerciali, e quindi con un forte traffico automobilistico. Dopo aver scelto l'area dell'attività, devi passare alla parte che riguarda gli adempimenti amministrativi. Per questo tipo di attività, devi presentare all'ufficio tecnico del Comune un progetto che descriva lo smaltimento delle acque utilizzate e la loro bonifica attraverso gli impianti di depurazione, una dichiarazione di conformità dei macchinari, un permesso di scarico delle acque e una valutazione di impatto acustico.

Continua la lettura
55

Dopo che la proposta ti è stata approvata, devi iscriverti al Registro delle imprese della Camera di Commercio, e aprire la partita Iva. Preventiva comunque un forte investimento iniziale. Se vuoi ulteriori chiarimenti, puoi connetterti all'indirizzo: www. Autolavaggi. It. Sull'elenco della home page, puoi sfogliare tutti gli argomenti. Comunque, per non rischiare il tuo investimento, fatti consigliare da un esperto, magari facendoti stilare un dettagliato piano economico e di mercato della zona.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un investimento

Quando si è in grado di possedere gli strumenti per attuare delle forme di investimento in beni o capitali, ci si orienta verso quelle più idonee a garantire una resa in termini percentuali, del capitale investito. Ma per valutare la forma di investimento...
Aziende e Imprese

Come fondare un gruppo di investimento

All'interno di questa guida, andremo a occuparci di investimenti e lo faremo, come indicato dal titolo della guida, al fine di spiegarvi Come fondare un gruppo di investimento.Cos'è un gruppo d'investimento? Un gruppo d'investimento si definisce tale...
Banche e Conti Correnti

Come valutare un fondo d'investimento

Quando abbiamo alcuni risparmi (pochi o molti), pensiamo spesso a come spenderli od a come investirli per farli fruttare al meglio e ricevere una percentuale dalle nostre fatiche guadagnate e sudate. Così pensiamo di aprire un fondo di investimento....
Finanza Personale

Come creare un buon portafoglio di investimento

Un portafoglio di investimento, detto anche "asset", è l'insieme delle attività finanziarie volte a trarre il massimo profitto da un investimento. In questa guida scopriremo come creare il miglior portafoglio di investimento. Bisogna però tenere presente...
Finanza Personale

Come funzionano i fondi comuni di investimento

Il fondo comune di investimento raccoglie diverse cifre di denaro messe a disposizione dai risparmiatori e le investono in azioni, obbligazioni e quant'altro. È quindi uno strumento che adempie al servizio della gestione del risparmio collettivo: lo...
Finanza Personale

Come calcolare il rendimento di un investimento con Excel

Quello del rendimento di un investimento è un calcolo finanziario utilizzato per misurare in modo in cui viene investito il denaro, allo scopo di guadagnarne ancora di più. Per calcolare il rendimento di un investimento, bisogna dividere i guadagni...
Aziende e Imprese

Come Calcolare Il Valore Attuale Di Un Investimento Annuale

Relativamente ai mercati mobiliari, ci troviamo di fronte ad una somma di denaro che si dovrebbe impiegare come investimento per il periodo in corso. Si tratta del cosiddetto "valore attuale", il quale serve per bilanciare la quantità di denaro che...
Lavoro e Carriera

Come generare profitti con un investimento minimo

In questo tutorial di oggi vi spieghiamo come generare profitti con un investimento minimo. Tutti noi pensiamo che sia maggiormente opportuno fare, con un minimo investimento i profitti massimi. Il problema, nasce purtroppo quando vorreste far fruttare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.