Il Post

Come aprire un agenzia di onoranze funebri

di Annalisa D'Apice difficoltà: difficile

Come aprire un agenzia di onoranze funebri Un lavoro forse insolito e coperto da tanti riti scaramantici ma, anche un investimento sicuro visto che, è strettamente legato al ciclo della vita, stiamo parlando di chi detiene un'agenzia di onoranze funebri. È sicuramente un lavoro sacrificante visto che se lo si sceglie si devono mettere da parte orari e giorni festivi, è il lavoro h24 per eccellenza ma, soprattutto è un lavoro che mette a dura prova la sensibilità e l'emozione di chi vi lavora. In questa guida troverete le informazioni essenziali per sapere come aprire un'agenzia di onoranze funebri.

1 Come aprire un agenzia di onoranze funebri La prima fase è quella preparatoria in cui l'aspirante imprenditore deve verificare se è in possesso dei requisiti richiesti dalla normativa vigente. I più importanti sono l'assenza di condanne civili o penali e quindi la moralità del soggetto in questione, successivamente ci si accerterà che il richiedente non sia interdetto o fallito e che sia in possesso dei requisiti di capacità finanziaria necessari per avere un credito.
Dopo aver appurato la presenza dei requisiti minimi e essenziali, l'aspirante titolare dovrà presentare la documentazione necessaria presso lo sportello delle attività produttive del comune presso cui intende ubicare l'agenzia.

2 Come aprire un agenzia di onoranze funebri Al di là dei fattori burocratici ovviamente poi, chi intenda lanciarsi in questo business necessita obbligatoriamente di un locale che servirà per organizzare il lavoro, raccogliere le attrezzature ma soprattutto accogliere la clientela. A tal proposito si consiglia un arredamento semplice e accogliente e, si ricorda che la sede legale dell'agenzia può coincidere con la sede di lavoro stessa. La dotazione minima ed essenziale di queste strutture, prevede: almeno un carro funebre, quattro persone che portano le bare durante le funzioni e, che devono essere in possesso di attestati conseguiti attraverso la partecipazione a corsi professionali. Si può fare riferimento al collocamento per avere persone in più nei periodi di maggior lavoro. L'elemento più importante che non può mancare è un'autorimessa dove igienizzare i mezzi e dove avere un'auto di rappresentanza.

Continua la lettura

3 La terza e ultima fase prevede innanzitutto che il titolare verifichi l'iscrizione alla camera di commercio e in mancanza di essa, dovrà munirsene attraverso un corso di formazione che gli darà l'abilitazione.  In seguito verrà richiesto un documento circa la valutazione dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori, la partita IVA, la dichiarazione di idoneità per il trasporto delle salme e l'iscrizione all'inps e inail.  Approfondimento Come diventare necroforo (clicca qui) Infine, per effettuare un buon lavoro si consiglia di tenersi costantemente aggiornati e contemporaneamente fare in modo che anche i proprio lavoratori siano a conoscenza di tutte le nuove tecniche di tumulazione.  Al di là di tutto per fare questo lavoro il requisito essenziale consiste nella sensibilità d'animo e nell'avere un cuore grande che riesca ad agire con tatto in quelle che sono le situazioni più tristi in cui può trovarsi l'essere umano.. 

Non dimenticare mai: E' un lavoro in cui occorre una spiccata capacita' di ascolto. Prendete questo lavoro con estrema serieta' perche' i sacrifici che vi attendono se intraprenderete questa strada saranno moltissimi. Cercate di capire la persona che avete davanti e non mortificatela proponendo un funerale fuori dalla sua portata economica. Iscrizione camera di commercio Lavoratori abilitati e competenti Un carro funebre, un'autorimessa, un'auto rappresentativa

Come richiedere il trasporto della salma Come aprire un'attività di pompe funebri Come diventare necroforo Come aprire un'agenzia di pratiche auto

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili