Come affrontare un colloquio di lavoro in inglese

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Al giorno d'oggi, avere la possibilità di risparmiare i propri risparmi è fondamentale, soprattutto a causa della grave e sempre più diffusa crisi economica. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere gli interessanti passi di questa guida per apprendere dei semplici consigli su come affrontare un colloquio di lavoro in inglese.

26

Occorrente

  • Buona conoscenza della lingua inglese parlata
  • Disponibilità a trasferirsi
  • Autocontrollo
36

Presentarsi

Per affrontare un colloquio lavorativo in lingua inglese, occorre partire con lo spirito giusto e con la consapevolezza che ciò a cui si va incontro non è facile, ma se l'intervistato ha una buona padronanza della lingua orale ed una buona dose di autocontrollo è possibile superarlo. Per tale ragione è bene interpretare correttamente le domande che vengono poste. Tutto ciò potrebbe sembrare davvero complicato, ma impegnandovi da soli con estrema costanza ed attenzione avrete l'opportunità di riuscire ad apprendere moltissime notizie utili e fondamentali per superare il vostro colloquio, inoltre avrete anche la possibilità di risparmiare notevolmente il vostro denaro poiché non dovrete necessariamente rivolgervi ad un professionista in grado di prepararvi. Innanzitutto occorre salutare e presentarsi, a meno che l'intervistatore non conosca già il vostro nome. In tal caso basta solamente il saluto. Una volta presentati, il selezionatore inizierà a porre una serie di domande alle quali l'intervistato dovrà rispondere. Se non vi sarete presentati all'inizio, l'intervistatore chiederà sicuramente da dove venite.

46

Il tempo libero

Ulteriori domande che potrebbe porvi l'intervistatore potrebbero riguardare anche ciò che fate nel tempo libero, come vi vedrete nel futuro e quanto vi aspettate di guadagnare. In questi casi, come per qualsiasi colloquio di lavoro, si tratta di domande a trabocchetto per scoprire le vostre intenzioni ed è bene evitare, pertanto, di manifestare l'intenzione di cambiare lavoro in tempi brevi o di ottenere promozioni facili o, ancora, di essere interessati soltanto al denaro.

Continua la lettura
56

Esperienze lavorative ed emozioni

In seguito verrà chiesto all'intervistatore di parlare semplicemente di se stesso, ovvero del vostro specifico carattere, del vostro percorso di studi, di precedenti esperienze lavorative, delle vostre ambizioni. A volte, se non viene chiesta prima, la vostra provenienza andrà aggiunta a questa risposta. Se risponderete di aver avuto altre esperienze lavorative, quasi sicuramente vi sarà chiesto il motivo per cui avete lasciato il precedente lavoro. Infine, a livello comportamentale, evitate di gesticolare troppo (tipico atteggiamento italiano che gli abitanti dei paesi settentrionali non vedono di buon occhio), di usare un tono di voce nevrotico e soprattutto che l'emozione vi faccia cadere in terribili gaffe linguistiche che l'intervistatore potrebbe non apprezzare.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare di balbettare o incepparsi e di mostrarsi interessati solo al denaro

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come negoziare un'offerta di lavoro

Quando ci viene prospettata una proposta di lavoro, il più grande errore che si può fare è semplicemente accettare qualsiasi retribuzione pur di lavorare. La ricerca mostra che la maggior parte dei giovani (ma non solo) in cerca di occupazione spesso...
Lavoro e Carriera

Come avere una carriera nella finanza

Ogni datore di lavoro vuole dipendenti intelligenti, impegnati e motivati ​​che devono svolgere il lavoro bene. Una laurea in finanza impartirà le giuste abilità come la modellazione finanziaria e di analisi, ma non potrà mai fornire altre competenze...
Lavoro e Carriera

Come presentarsi al meglio a un colloquio di lavoro

Un passo decisivo nell'incontro tra offerta e domanda di un posto di lavoro è l’immagine che si trasmette di sé. Ecco perché è indispensabile valorizzare le proprie competenze professionali cercando di far capire di essere un buon candidato, per...
Lavoro e Carriera

10 suggerimenti per fare una buona impressione al colloquio di lavoro

Quando si ottiene finalmente un colloquio di lavoro, quello a cui si tiene maggiormente è fare una buona impressione, per avere una chance di essere ricontattati. Ecco allora che la mente viene assalita da mille dubbi: cosa dire? Come comportarsi? Cosa...
Lavoro e Carriera

Colloquio di lavoro: come presentarsi

Oggigiorno, con una forte mobilità del mercato del lavoro, è sempre importante trovarsi preparati ad affrontare un colloquio di lavoro. Bisogna infatti sempre considerare la possibilità di dover gestire in quattro e quattr'otto una convocazione per...
Lavoro e Carriera

Le 10 cose da evitare al colloquio di lavoro

Finalmente siamo riusciti ad ottenere un colloquio di lavoro nell'azienda dei nostri sogni. Rimane un ultimo scoglio: il colloquio di lavoro. Riuscire a lasciare una buona impressione però non è sempre facile. Ci sono infatti degli errori comuni, che...
Lavoro e Carriera

Le domande da non fare al primo colloquio di lavoro

Affrontare un colloquio di lavoro non è facile. Nonostante le numerose esperienze lavorative, può essere stressante sottoporsi ad una candidatura. Chi ha fatto molta esperienza in questo campo, conosce già le regole di base. Tra queste ci sono le norme...
Lavoro e Carriera

10 consigli per un buon colloquio

In questa guida viene introdotto uno degli scogli più difficili del neo-laureato, diplomato o, più in generale, della persona che ha appena perso il lavoro e ne vuole trovare uno nuovo. Stiamo parlando, ovviamente, del colloquio di lavoro. Spesso i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.