Come affrontare i problemi in ufficio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il problem solving è la capacità che ogni individuo ha, nel saper affrontare qualsiasi tipo di problema si presenti. Anche nella propria vita lavorativa. La miglior strategia che una persona può utilizzare è quella di analizzare il problema nel dettaglio e cercare un soluzione. I rischi devono essere minimizzati cosi come i possibili danni. L'ufficio è il luogo di lavoro dove sorgono più problemi. È qui che i team aziendali si incontrano e si confrontano su diversi temi dell'azienda.
In questa guida vedremo come affrontare i problemi in ufficio.

27

Occorrente

  • Tanta pazienza e nervi saldi
37

Molto spesso in azienda si presentano dei disagi causati dall'attività lavorativa, dalle divergenze con i colleghi e, in generale, da situazioni difficili. La giornata lavorativa, in questo modo, può diventare davvero lunga e difficile. Eventuali errori sul campo, inoltre, possono creare seri problemi all’attività lavorativa vera e propria. Di fronte a situazioni molto critiche bisogna saper intervenire. Bisogna riuscire a riportare la vita lavorativa ai livelli normali.

47

Quando si presenta un qualsiasi tipo di problema, il cervello mette in moto un pensiero speciale. Esso permette immediatamente di attivare la capacità di un soggetto di risolvere un certo problema. L’obiettivo principale è quello di ottenere una condizione serena derivante dalla risoluzione del problema. Quella molla che scatta quando ci si trova davanti ad una difficoltà quotidiana, è il cosiddetto problem solving. Il processo mentale porta alla risoluzione del problema.

Continua la lettura
57

Bisogna seguire tre fasi per essere sicuri di non fare qualche errore.
PRIMA FASE. Cercare di individuare subito il problema. Bisogna stabilire uno schema mentale che definisca bene la situazione che si è creata e che si sta vivendo.
SECONDA FASE. Bisogna analizzare dettagliatamente il problema. Iniziare, poi, a suddividerlo in sotto-problemi, più piccoli e più facili da risolvere. Iniziare pian piano risolvendo una cosa per volta aiuta a non spaventarsi ed a entrare nel panico. Parola d’ordine mantenere sempre la calma.
TERZA FASE. Bisogna iniziare a stabilire delle ipotetiche soluzioni del problema. Bisogna valutarle e verificare se sono fattibili. Quando si è certi di una certa soluzione, bisogna puntare su di essa ed andare avanti. Bisogna essere convinti di ciò che si fa e sicuri che quella sia la soluzione migliore.
Se seguite questo procedimento, vedrete che ogni problema verrà affrontato diversamente, sia che si tratti di un problema di ufficio che della vita privata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Affrontare un problema per volta per evitare di entrare nel panico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

10 consigli per costruire un team vincente

Il lavoro in team è quello che permette di ottenere i migliori risultati. Si ottengono sicuramente in minor tempo e di miglior qualità poiché al suo interno è possibile contare sull’apporto di diverse professionalità e personalità. E’ molto...
Lavoro e Carriera

Come iniziare il lavoro di wedding planner

Il Wedding Planner è la figura esperta nell'organizzare matrimoni. Attualmente si tratta di un lavoro molto ambito, soprattutto grazie ai numerosi programmi televisivi che ne mostrano tutti gli aspetti positivi e creativi. Se dunque avete iniziato a...
Lavoro e Carriera

Come diventare store manager

Lo store manager è una nuova figura professionale molto in voga negli ultimi anni. Il ruolo è lo stesso del responsabile di negozio, ma con un netto orientamento manageriale che lascia maggiori spazi alle capacità ed iniziative personali. Questa figura...
Lavoro e Carriera

Come diventare addetto al controllo qualità

Possedete delle soddisfacenti oppure ottime capacità di problem solving (che, nella lingua italiana, significa risoluzione di un problema)? Riuscite a lavorare in modo perfetto all'interno di un gruppo di lavoro e avete delle conoscenze di chimica, diritto,...
Lavoro e Carriera

Come diventare addetto agli acquisti

All'interno di un'organizzazione commerciale, di un'azienda che si occupi di grande distribuzione, c'è bisogno di molte figure professionali diverse: tra queste c'è quella dell'addetto agli acquisti. Si tratta di un ruolo di grande responsabilità,...
Lavoro e Carriera

Come affrontare un colloquio di lavoro di gruppo

Al giorno d'oggi al colloquio di lavoro individuale si affianca molto spesso quello di gruppo. Questa pratica viene svolta in maniera particolare dalle grandi aziende. Viene soprattutto utilizzato per preparare i candidati alle selezioni del personale...
Lavoro e Carriera

Come diventare consulente di comunicazione

Sempre più richiesta da aziende ed organizzazioni italiane ed estere, la figura del consulente di comunicazione, è oggi una delle professioni più ambite a livello globale. La richiesta sul mercato di questa professione è la conseguenza diretta della...
Aziende e Imprese

Come sviluppare capacità di pensiero strategico

Il pensiero strategico consiste nel processo tramite il quale si formula una visione d'insieme del vostro business per poi procedere a ritroso, sviluppando un piano migliorativo. Questa modalità di pensare coinvolge varie competenze, tra cui creatività,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.