Come affittare una porzione della propria casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sta diventando sempre più costante e abituale l'idea di affittare la propria abitazione, o parti di essa, a persone in cerca di un alloggio in condivisione. L'idea, per entrambe le parti, è generalmente quella di andare a risparmiare sulle quotidiane spese domestiche, a partire dall'affitto fino ad arrivare alla suddivisione delle spese relative alle varie forniture, quali luce, gas e acqua.
Trattandosi oramai di un argomento quotidiano per tante persone vediamo di trattare in questa guida come affittare una porzione della propria casa ad altre persone.

26

Occorrente

  • Planimetria della casa
36

La suddivisione della casa

Prima di procedere alla ricerca di quelli che saranno i coinquilini che coabiteranno con noi all'interno della nostra abitazione è assolutamente necessario avere il quadro completo di quelli che saranno gli spazi personali e quelli in condivisione e per i quali, generalmente, è necessario porre delle regole per il quieto vivere.
Avere una planimetria dell'abitazione può aiutare allo svolgimento di tale compito.
Generalmente, si tende a lasciare la piena libertà nella stanza affittata cercando di fare il possibile affinché la persona i questione abbia la possibilità di avere anche un bagno personale, in maniera tale da ridurre al minimo gli spazi in comune.

46

Agire secondo la normativa vigente

Per l'affitto di una porzione della propria casa non esiste una soluzione contrattuale predefinita; il proprietario e l'inquilino possono accordarsi secondo necessità e, scegliere tra contratto libero, a canone concordato, oppure transitorio (secondo la legge 431/98 che regola la locazione di unità intere). Nel caso in cui si affitta l'appartamento "a camere" è importante specificare, soprattutto riguardo alla descrizione dell'immobile, la parte della casa che si concede in affitto magari allegando al contratto una piantina della casa e i servizi annessi (bagno, cucina), l'uso degli spazi comuni ecc.

Continua la lettura
56

A chi rivolgersi per la stipula del contratto

Per quanto riguarda la stipula del contratto vero e proprio, sia che si tratti di privati o di aziende, si dovranno portare due copie dello stesso all'Agenzia delle Entrate della zona, apportando marca da bollo per ciascuna copia. Un consulente dell'Agenzia fornirà il modulo 69, che andrà compilato in tutte le sue parti. Nel quadro D, in particolare, si inseriranno i dati registrati al Catasto e i metri quadri che sono stati affittati al locatario. Se si decide per l'opzione della cedolare secca, si dovrà versare un minimo importo non inferiore a 67 Euro. Il contratto ha validità effettiva dopo i trenta giorni dalla stipula e dalla firma delle due parti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Stipulare solo contratti regolati dalla normativa vigente in materia
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come affittare un appartamento a Genova

La città di Genova è una delle città italiane più grandi dal punto di vista geografico, ma è anche una delle più popolose. Risulta essere organizzata in vari quartieri dalle caratteristiche particolari, con luoghi storici e suggestivi. Per chi è...
Case e Mutui

Come affittare una stanza della propria casa

Se avete una casa molto ampia e disponete di una stanza libera, allora potreste pensare di affittarla per ricavarne un profitto. La crisi che stiamo attraversando ha spinto molti ad affittare una stanza della propri casa per poter far fronte alle numerose...
Case e Mutui

Affittare casa a New York: errori da evitare

Se avete in programma di organizzare una vacanza a New York e state decidendo se prenotare una stanza in hotel o affittare un appartamento, vi consiglio la seconda soluzione soprattutto se siete una famiglia oppure un gruppo di amici. Naturalmente se...
Case e Mutui

Come affittare una casa

Investire nel mattone, si sa, è da sempre una certezza. Una casa infatti oltre a rappresentare un porto sicuro, dà anche importanti possibilità di guadgano. Una delle opzioni, probabilmente la più comune, consiste nell'affittare la propria seconda...
Case e Mutui

Affittare con contratto 4+4: errori da evitare

Avere un appartamento da mettere in affitto rappresenta oggi una rendita aggiuntiva, che per molte famiglie significa avere la possibilità di integrare in modo adeguato le proprie entrate mensili. Sia che si tratti di una proprietà ereditata da una...
Case e Mutui

Come affittare casa agli studenti

Le città universitarie sono famose per i loro affitti bassi studiati apposta per gli studenti. Sono sempre tanti gli studenti che ogni anno decidono di prendere in affitto una casa per evitare lunghe ore nei mezzi di trasporto. Ma come si affitta una...
Case e Mutui

Come affittare una casa per le vacanze

Nel momento in cui si avvicinano le vacanze, sempre più di frequente ci si orienta a prendere in affitto un appartamento invece che prenotare una stanza in albergo. Questo permette di ottenere un buon risparmio economico e avere una maggiore libertà,...
Case e Mutui

Affittare casa a Malta: 5 errori da evitare

Se stai pensando di fare un'esperienza lavorativa all'estero oppure hai deciso di espatriare ed hai scelto come destinazione l'isola di Malta la prima cosa di cui ti occuperai sarà proprio quella di affittare una casa. In questa guida ti indicherò 5...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.