Che cos'è il condono edilizio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Capita, ogni tanto, di sentire questa espressione all'interno dei telegiornali o sul giornale che leggiamo alla mattina, senza sapere esattamente a cosa si riferisca o come funzioni. È probabile che, anche andando a chiedere in giro, in pochi sapranno dare una risposta al nostro dubbio o, comunque, la stessa sarà molto approssimativa. Per questo in questa rapida guida forniremo dei chiarimenti, utili a districarsi nel marasma legato al contesto casa. Spiegheremo cos'è il condono edilizio, con degli esempi ed in modo semplice e chiaro.

26

Cos'è il condono

Prima di definire il concetto di condono edilizio, andrà spiegato il significato della parola "condono". Esso è un provvedimento emanato, direttamente, dallo stato e permette il formale annullamento o totale o parziale di sanzioni/pene; a tali provvedimenti il cittadino può decidere di aderire in maniera del tutto facoltativa. Esistono varie forme di condono, ed una di queste è proprio quella legata al settore edilizio, essa permette al cittadino di rendere legale e sanare un fabbricato edilizio che abbia dei vizi normativi e/o nelle formalità legate alla costruzione.

36

Qual è l'uso principale

Infatti come noto, ogni fabbricato edilizio costruito in maniera abusiva, se denunciato, dovrà essere soggetto ad una demolizione forzata. Grazie al condono tale prassi può essere evitata, poiché il proprietario avrà la possibilità di renderlo legale, come già detto sopra. Questo decreto viene attuato, spesso, dal governo, ciò in quanto permette di mettere in regola delle situazioni fuorilegge avvalendosi delle necessarie penali sanzionatorie che verranno utilizzate come compensazione. Al fine di avviare una pratica di condono edilizio, bisognerà, prima di tutto, autodenunciarsi, dichiarando di possedere un fabbricato abusivo, in cui, però, si ha l'intenzione di sanare ogni vizio ed irregolarità.

Continua la lettura
46

Come si prepara il progetto

A questo punto bisognerà preparare un progetto del fabbricato abusivo, in modo da far valutare, correttamente, il tutto agli enti che si occuperanno di questo decreto. Tramite il progetto ed altri documenti che saranno richiesti in seguito, verrà fatto un calcolo per stabilire quanto si dovrà pagare per il condono richiesto. La cifra varierà in base alla grandezza del fabbricato ed al livello di illegalità dello stesso. Dopo aver pagato la somma richiesta, verrà rilasciato un documento che attesta l' avvenuto condono e quindi la regolarizzazione del fabbricato. Naturalmente sarà consigliabile far seguire questa pratica da un commercialista o da un ingegnere edile, queste figure faranno, infatti, da tramite, e con la loro expertise semplificheranno di molto la pratica.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere il certificato di idoneità statica

Oggi le leggi che regolamentano gli edifici e la loro messa in sicurezza specie in previsione di eventi sismici, richiedono una serie di certificati, e tra questi il più importante è quello di idoneità statica. In quest'ultimo, vengono attestate le...
Case e Mutui

Come e cosa controllare prima di acquistare una casa

Se devi prendere una decisione molto importante della tua vita come acquistare casa e hai messo da parte i risparmi di una vita e un sacco di soldi per permettertela allora segui questa guida per capire come e cosa devi assolutamente controllare prima...
Finanza Personale

Come redigere una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà è un documento con il quale un cittadino in un rapporto con la pubblica amministrazione o con i gestori di pubblici servizi può certificare diverse situazioni che lo riguardano. Egli infatti in questo...
Case e Mutui

Come preparare la documentazione per la vendita di una casa

Se abbiamo deciso di vendere una nostra vecchia casa, una delle prime cose da fare dopo aver trovato l' acquirente e dopo esserci messi d' accordo con lui, è quella di preparare tutta la documentazione. In questa guida vedremo come preparare la documentazione...
Finanza Personale

Come verificare i Dati dei versamenti F23

Quando si parla di tasse e tributi molti potrebbero storcere il naso. Questa materia infatti, oltre che per la sua natura, può creare qualche grattacapo a chi ne ha che fare, specie se non è particolarmente esperto. A tal proposito occorre evitare gli...
Case e Mutui

Come fare richiesta di un mutuo edilizio

Gli imprenditori che appartengono al settore immobiliare, sia che si tratti di imprese di costruzione, di cooperative edilizie oppure di società immobiliari, possono decidere di utilizzare degli specifici mutui, denominati 'edilizi', che hanno lo scopo...
Finanza Personale

Come usufruire delle agevolazioni fiscali relativi al recupero patrimonio edilizio

Qualche volta lo Stato italiano fa qualcosa di buono per i contribuenti, la possibilità di usufruire di agevolazioni fiscali per il recupero dell patrimonio edilizio è tra queste (poche) cose buone. Per capire come funziona questo meccanismo e i relativi...
Richieste e Moduli

Come richiedere ed ottenere l'autorizzazione paesaggistica

Cominciamo con lo specificare cos'è l'autorizzazione paesaggistica. Essa è un iter burocratico obbligatorio che bisogna seguire, per poter effettuare un intervento edilizio in una determinata zona che ha un vincolo paesaggistico-ambientale. L'autorizzazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.