Atto di precetto: 5 cose da sapere

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La crisi economica ha spinto tante famiglie o singole persone alla richiesta di finanziamenti o mutui offerti da finanziarie o istituti di credito. Può capitare però di non riuscire ad adempiere alla rate della somma erogata. Il creditore in questo caso può procedere in diversi modi, uno di questi è proprio l'atto di precetto. In questa lista ci concentreremo maggiormente su quest'ultimo, vedremo infatti le 5 cose da sapere sull'atto di precetto.

26

Notifica dell'atto di precetto

L'atto di precetto lo si deve notificare al debitore prima di cominciare un'esecuzione forzata. Sia nel caso di esproprio dei beni mobili, dei beni immobili, del quinto dello stipendio, del conto in banca e infine della pensione. In qualsiasi caso il creditore deve prima far pervenire alla residenza del proprio debitore, l'atto di precetto.

36

Durata della validità dell'atto di precetto

L'atto di precetto possiede una validità di novanta giorni. Per cui se entro tale arco temporale il creditore non esegue il pignoramento nei confronti del debitore, qualsiasi esecuzione forzata viene ritenuta non valida. Comunque il creditore può anche procedere alla notifica di un nuovo precetto. Quindi può far decorrere nuovamente i novanta giorni.

Continua la lettura
46

Opposizione all'atto di precetto

Ogni qual volta che il precetto contenga delle somme non dovute o venga ritenuto irregolare, il debitore può effettuare un ricorso. Può quindi effettuare sostanzialmente un'opposizione all'atto di precetto. Esistono due diverse tipologie di opposizione: l'opposizione agli atti dell'esecuzione e l'opposizione all'esecuzione. In questo modo si da vita ad una causa nei confronti del creditore.

56

Contenuto dell'atto di precetto

Il contenuto dell'atto di precetto, anche se notificato per mezzo degli ufficiali giudiziari, rappresenta una semplice diffida. Quest'ultimo viene redatto il più delle volte dall'avvocato del creditore. Esso consiste in una sorta di invito al debitore all'adempimento entro dieci giorni dalla sua ricezione. Trascorsi i dieci giorni dalla notifica dell'atto di precetto, il creditore può dunque procedere in maniera esecutiva.

66

Notifica del titolo

La notifica dell'atto di precetto la si deve far precedere da quella del titolo. Quest'ultimo è quel documento che contiene le ragioni del credito. Comunque solitamente il precetto e il titolo si possono notificare attraverso un unico atto, questo avviene soprattutto nel caso delle sentenze. In questo caso infatti il creditore preferisce un'unica notifica che contiene l'atto di precetto e il titolo. Nell'ipotesi invece di un decreto ingiuntivo, questo viene notificato sempre prima dell'atto di precetto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Pignoramento presso terzi: come funziona

Una delle cose più utili che fa parte della sfera del diritto privato e in particolar modo dei diritti di paranzia (pegno, privilegi e ipoteche) è rappresentata proprio dalla fattispecie del pignoramento. Di cosa si tratta? Il pignoramento altro non...
Case e Mutui

Come salvare la casa dal pignoramento

Attualmente si parla spesso di pignoramento di beni; infatti, anche in tv si vedono servizi che parlano di chi ha perso la propria casa. La causa principale è senza dubbio il mancato pagamento del debito; ciò succede per la crisi e la disoccupazione....
Aziende e Imprese

Come opporsi agli atti esecutivi

Quando il giudice di un tribunale impone un atto esecutivo, è possibile fare un'opposizione che nello specifico viene definita "formale". Con questa possibilità da parte di chi lo subisce, si contesta lo svolgimento dell'esecuzione stessa. Dal punto...
Previdenza e Pensioni

Pignoramento della pensione

Quando la pensione si pignora, si avvia un procedimento di pignoramento presso terzi. Il creditore il quale vanta dei crediti nei confronti di un soggetto debitore, può avvalersi di strumenti per il recupero dei propri crediti. Le somme di denaro in...
Case e Mutui

Guida al pignoramento immobiliare

Il pignoramento immobiliare è un processo molto complesso, e sicuramente anche molto esoso. Questo metodo, permette al creditore, di pignorare, quindi confiscare, eventuali beni immobili intestati al debitore. Secondo alcune fonti attendibili, i pignoramenti...
Case e Mutui

Come bloccare la vendita all'asta

La vendita all'asta è l'ultimo step di una serie che porta alla perdita di un proprio bene, pignorato per motivi fiscali. Solitamente si parla di vendita all'asta della casa. Ciò avviene quando si contrae un debito a cui non si riesce poi a far fronte....
Case e Mutui

Come avviene la vendita di un immobile pignorato

Negli ultimi anni si è molto diffusa la vendita di immobili pignorati, a seguito di iscrizioni ipotecarie sulla casa o per mancato pagamento di rate di vario genere, siano esse per un mutuo, protesti bancari, prestiti personali o debiti verso la pubblica...
Finanza Personale

Cambiale protestata: quando succede e come risolvere

Se siete titolari di una cambiale, è fondamentale che sappiate come l'ottenimento del credito che vi spetta non rientri sempre in un meccanismo automatico, seppur l'esistenza del credito vantato rimanga del tutto fuori discussione. In caso di inadempienza,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.