ASPI: come presentare domanda all'INPS

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La disoccupazione è purtroppo un problema estremamente diffuso nel nostro Paese. Grazie alla previdenza sociale è però possibile avere un aiuto in caso di disoccupazione involontaria. Dal 2013 l'INPS può concedere l'ASPI, ovvero il nuovo sussidio di disoccupazione. Come in precedenza, nemmeno l'ASPI spetta a tutti. È prerequisito fondamentale avere alle spalle dell'attività lavorativa verificabile. È concessa ad apprendisti così come ai soci di cooperative. Spetta anche ai dipendenti di amministrazioni pubbliche con contratto a tempo determinato.
Vediamo dunque, con questa guida, come come presentare domanda all'INPS per l'ASPI.

26

Occorrente

  • Requisiti richiesti dall'INPS
  • Precedente attività lavorativa dimostrabile
36

Esistono tre metodi per presentare la domanda ASPI all'INPS e ottenere il riconoscimento di questa indennità. La prima via è quella telematica. Per poter presentare la domanda attraverso il portale dell'INPS bisogna registrarsi. Ogni utente avrà un PIN personale da utilizzare in tutti i casi simili a questo. Sarà valido per ogni pratica da sbrigare via internet. La seconda strada è quella dei Contact Center dell'istituto. Potete infatti chiamare al numero 803164 da rete fissa, senza alcun costo. In alternativa esiste il numero 06164164 per telefonia mobile, a pagamento.

46

È possibile presentare la domanda per l'ASPI anche attraverso i patronati o altri intermediari dell'INPS. Anche in questo caso si procede per via telematica. La differenza sta nel fatto che ci si può avvalere del supporto del personale e dell'INPS stessa. È la soluzione migliore per chi non sa muoversi molto bene attraverso internet. È necessario presentare la domanda per l'ASPI entro due mesi dall'inizio del periodo indennizzabile. L'indennità mensile che spetta ad ogni disoccupato può variare in base all'età. Si calcola una percentuale sulla media delle retribuzioni mensili durante i periodi di lavoro.

Continua la lettura
56

Naturalmente il riconoscimento dell'ASPI può decadere. Il caso più ovvio è quello in cui si perde lo status di disoccupato. La decadenza dall'indennità vale anche per contratti di lavoro subordinato oltre i 6 mesi. Inoltre si perde l'indennità anche in caso di pensionamento, di nuova attività autonoma o assegno di invalidità. Anche il rifiuto di partecipare a una offerta di tirocinio o formazione comporta la decadenza. Vale lo stesso per il rifiuto di un nuovo impiego. A condizione che preveda una retribuzione superiore del 20% rispetto all'importo lordo dell'ASPI.
Per maggiori informazioni riguardo l'ASPI è possibile consultare la relativa pagina INPS.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come presentare la domanda di disoccupazione online

Le indennità di disoccupazione si dividono in ASPI (Assicurazione Sociale per l'Impiego) e mini ASPI che, a partire dal 1° gennaio 2013, vanno a sostituire le vecchie indennità di disoccupazione agricola e non agricola, ordinaria e ridotta. Sono tutti...
Richieste e Moduli

Cos'è e a chi spetta la mini Aspi

La "mini ASPI" è una prestazione a domanda riguardante una retribuzione a favore di quei lavoratori che hanno involontariamente perso il lavoro, o che non rientrano nelle categorie di lavoratori agricoli o dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche...
Richieste e Moduli

Come compilare online il modulo per l'Aspi

In NASpI, ex ASpI, è una prestazione economica. Viene regolamentata dalla Riforma Fornero (art. 4, comma 38, legge 92/2912) aggiornata con il D. Lgs.22/2015. Sostituisce la disoccupazione ordinaria non agricola (con requisiti normali). Viene erogata...
Richieste e Moduli

I principali termini di decadenza della NaspI

Fra gli ammortizzatori sociali, ossia fra le norme che vengono istituite a sostegno del reddito per coloro che rimangono accidentalmente privi di retribuzione, ricordiamo la NASPI (Nuova Assicurazione Sociale per l'impiego), in vigore dal primo maggio...
Finanza Personale

Come calcolare l'importo di disoccupazione

La regolamentazione degli ammortizzatori sociali è stata modificata nel Gennaio 2013, quando venne introdotta la cosiddetta Aspi. L'Aspi, sigla che sta per assicurazione sociale per l'impiego, ha lo stesso valore legale della precedente indennità di...
Richieste e Moduli

Come presentare la domanda della NaspI

In questa guida ci occuperemo si dare alcuni consigli molto utili su come presentare la domanda della Naspi. Quest'ultima è l'indennità di disoccupazione che, un paio di anni fa ha sostituito la vecchia Aspi e Mini Aspi a opera del governo Renzi. Nello...
Finanza Personale

Come richiedere l'indennità di disoccupazione anticipata

Forse non tutti sanno che a partire dal 2013 è stata avviata una misura sperimentale, valida per tre anni, che integra le varie forme di ammortizzazione sociale previste dall'ASPI (Assicurazione Sociale per l'Impiego), ovvero le ex cosiddette indennità...
Lavoro e Carriera

Come chiedere la disoccupazione all'Inps

La disoccupazione si sta diffondendo tra tutte le fasce di età: dai più giovani (che cercano disperatamente ed inutilmente un qualunque tipo di lavoro) ai più anziani (che lavoravano da una vita e che adesso sono in situazioni abbastanza critiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.