Aprire un chiosco ambulante

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Un buon sbocco di lavoro, senza investire eccessivo denaro, è diventare imprenditore di un chiosco ambulante; questi sono degli impianti mobili, che vendono prodotti alimentari, abbigliamento o prodotti artigianali di vario genere. Per aprire questa attività, dobbiamo richiedere delle specifiche autorizzazioni, ai concessionari, per deliberare la licenza di vendita. Di seguito vediamo, quale percorso intraprendere per aprire un chiosco.

25

La caratteristica principale di questo lavoro imprenditoriale, consiste nell'effettuare nelle scelte dei luoghi, dove sostare, cercando di individuare quale sono le zone maggiormente frequentate. Facciamo un esempio, se il nostro chiosco si basa sulla vendita di gelati, è opportuno sostare in un'area di quartiere, vicina ad una scuola o una superficie accanto ad uno spazio verde, cioè selezionare un terreno che sia frequentato da bambini, poiché quest'ultimi, sono grandi consumatori del prodotto sopra citato.

35

Individuato la strategia dei luoghi dove sostare settimanalmente, procediamo nel richiedere la licenza di vendita; esiste una licenza chiamata itinerante, che ci offre la possibilità di muoversi nel territorio, senza nessuna concessione di posteggio. L'imprenditore, ha la concessione di sostare, senza che però la pausa non vada oltre le due ore di fermo. Altro passo fondamentale è organizzare l'acquisto delle attrezzature da impiegare; inizialmente, per abbattere i costi, è consigliabile comprare l'equipaggiamento usato, in alternativa, se siamo propensi a attrezzi e macchine nuove, possiamo usufruire di alcuni finanziamenti europei e regionali, a vantaggio di giovani imprenditori. Per ottenere le informazioni necessarie, colleghiamoci al sito del nostro comune di residenza, o recarsi direttamente negli uffici comunali di pertinenza.

Continua la lettura
45

Il capitale iniziale da investire si aggira intorno ai 10 mila o 12 mila euro, per acquistare un piccolo mezzo, in più consideriamo il costo delle materie prime o comunque della merce che impiegheremo nella vendita. Al momento della scelta della ditta, dobbiamo scegliere la forma giuridica e la denominazione sociale. Le società per azioni e quelle a responsabilità limitata, non possono eseguire questo tipo di commercio, quindi la scelta deve essere fatta su attività di persone o ditte individuali, che hanno un limitato impiego di capitale, successivamente aumentabile, qualora l'attività intraprenda un'ottimo guadagno.

55

Le licenze di vendita sono suddivisibili in due categorie e vanno richieste al comune di residenza; la licenza di tipo a permette di ottenere una postazione fissa, in vari luoghi, in un giorno determinato della settimana. Possiamo inoltre sostare nei vari mercati delle città, senza invadere le sezioni dedicate ai venditori ambulanti con postazione fissa. Con la licenza di tipo b, invece siamo abilitati a svolgere l'attività imprenditoriale su tutto il territorio nazionale, anche qui con gli stessi limiti della licenza a. Nel momento in cui il comune rilascia la convalida di licenza, è necessario richiedere la partita iva, nel caso di vendita alimentare, dobbiamo ottenere e richiedere una certificazione dall'asl del comune di pertinenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come ottenere la licenza di venditore ambulante

Se si vuole aprire un'attività commerciale, bisogna tener conto diversi costi fissi come l'acqua, la luce, l'affitto e oneri fiscali. Per questo motivo, si prende la decisione di svolgere l'attività di venditore ambulante, per il quale sono necessarie...
Lavoro e Carriera

Come diventare commerciante ambulante

Se si vuole intraprendere un'attività lavorativa ma non si ha una grossa disponibilità economica per aprire un negozio, si può optare per la figura del commerciante ambulante. In questo caso non occorre acquistare o affittare un immobile per svolgere...
Lavoro e Carriera

Come aprire un chiosco di giornali

Con la crisi economica che incalza sempre di più, si sente sempre più spesso il bisogno di crearsi un posto di lavoro sicuro e possibilmente redditizio. Si potrà quindi optare per un lavoro dipendente, oppure cercare di avviare una piccola attività...
Aziende e Imprese

Come avviare un'attività di vendita ambulante

La ricerca di un lavoro diventa, giorno dopo giorno, un'impresa sempre più difficile. Alcune persone, dotate di grande creatività e coraggio, tentano di aprire un'attività in proprio. Un fattore da tenere in considerazione è il costo dei locali commerciali....
Aziende e Imprese

Come aprire una piadineria ambulante

Con l'avanzare della crisi e il continuo aumento del tasso di disoccupazione, il numero dei ragazzi che sceglie di intraprendere una attività gastronomica è sempre maggiore. Aprire un locale, però non sempre è alla portata di tutti in termini economici...
Lavoro e Carriera

Come aprire un banco al mercato

Il vostro sogno è svolgere un’attività in proprio, ma pensate che aprire un negozio in questi tempi di crisi sia una mossa azzardata? La cosa migliore può essere iniziare con una vendita ambulante. Abbatterete infatti i costi relativi ai locali da...
Aziende e Imprese

Come avviare un negozio di fiori

Tra le attività abbastanza semplici ed interessanti da avviare ci potrebbe essere quella di un negozio di fiori o se preferisci di una fioreria. In questa guida verranno elencati i passaggi pratici che occorrerà seguire per realizzare questo progetto...
Aziende e Imprese

Come aprire un centro scommesse

Il gioco d’azzardo è soprattutto in Italia una realtà consolidata: a giocare non sono solo scommettitori incalliti, ma padri di famiglia, casalinghe e giovani. Quello delle scommesse è un settore che muove cinque milioni di euro al giorno: sono quindi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.