5 regole per il calcolo del costo di un progetto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si stila un progetto bisogna tener conto di moltissime cose prima di determinare il costo finale. Indipendentemente dal progetto, quindi, colui che lo redige deve prestare molta attenzione a calcolare tutto l'occorrente per poter determinare l'importo complessivo. È possibile modificare leggermente questa cifra ma l'incaricato deve comunque fare in modo che i dati siano precisi. Questo perché il cliente vuole sapere quanto dovrà spendere alla fine e non vuole di certo brutte sorprese. In questa guida vediamo 5 regole per il calcolo del costo di un progetto da tenere sempre a mente per eseguire un lavoro impeccabile.

26

Valutare il costo dei materiali

La prima delle 5 regole per il calcolo del costo di un progetto è sicuramente quella di mettere in conto i materiali che occorrono. Per calcolare il costo complessivo di un lavoro è necessario sapere con precisione cosa serve. Dunque, se è un progetto "digitale" serviranno dei beni cosiddetti "immateriali" ovvero software, spazio, dominio internet o sito web. In questo caso serviranno anche licenze software che hanno il loro costo. Nel caso invece si tratti di un progetto per realizzare un impianto elettrico, serviranno materiali come fili, prese e quadri elettrici. Bisogna mettere in conto tutto questo includendo anche il prezzo di acquisto dal grossista.

36

Calcolare la manodopera

La manodopera consiste nel lavoro materiale che ci vuole per portare a termine un progetto. In genere questa si calcola ad ore e ha un costo che può variare. Un libero professionista può decidere la sua tariffa, rimanendo sempre nei limiti dei prezzari minimi e massimi. Il fatto che lavori autonomamente non vuol dire che possa fare un prezzo troppo basso eliminando così in modo sleale la concorrenza. Allo stesso modo non può esagerare nei prezzi anche perché il cliente si affiderebbe ad un altro. La manodopera si riferisce anche alla posa in opera e, per esempio, un muratore può prendere dai 20 ai 30 € l'ora.

Continua la lettura
46

Valutare i tempi di realizzazione

I tempi di realizzazione del progetto ovviamente influiscono sul costo complessivo. Questa è la parte più importante perché molti lavori sono esclusivamente a tempo. Più tempo ci vuole e più il costo aumenta. A volte però può capitare che un professionista decida di abbassare il costo orario o giornaliero nel caso in cui il progetto necessiti di molto tempo. Nello specifico, se un lavoro dura 2 giorni, il professionista potrebbe stabilire una tariffa di 50 € al giorno. Se lo stesso lavoro dura 20 giorni, è probabile che la tariffa non sia più di 50 ma di 20 € al giorno. Fatto sta che i tempi si devono calcolare nei minimi dettagli per offrire un importo realistico.

56

Prendere in considerazione gli imprevisti

Per il calcolo del costo di un progetto, si devono mettere in conto anche gli imprevisti. In ogni lavoro, infatti, possono sorgere spese non calcolabili in anticipo. Alcune volte si può rompere un macchinario oppure il materiale messo in calcolo non è sufficiente. In un'opera muraria, scavando, potrebbero venire alla luce altri imprevisti non calcolati. Spesso in questi casi, aumentano anche i tempi per portare a termine il progetto e quindi anche la tariffa oraria o giornaliera. In questo caso bisogna tener presente di mettere in conto una somma riservata soltanto a queste spese.

66

Fare una stima delle tasse

L'ultima delle regole per il calcolo del costo di un progetto è sicuramente quella di stimare le tasse. Di solito i prezzi dei materiali e di tutto l'occorrente per concludere un lavoro sono già comprensivi di IVA. Questa imposta si calcola in base al costo totale di un bene o di un servizio. Questo vuol dire che sono soggette ad IVA sia le prestazioni di servizi che i beni materiali. La percentuale varia a seconda del bene o della prestazione in oggetto. Se si tratta di beni di prima necessità è del 4% mentre l'aliquota ordinaria è attualmente del 22%. Quindi nel momento in cui si stila un progetto bisogna tener conto di queste tasse che graveranno sul consumatore finale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come si calcola la rendita catastale per il pagamento dell’imu

Da qualche anno a questa parte è stata introdotta l'IMU. Tale tassa altro non è che la vecchia ICI, ovvero la tassa sugli immobili che tutti i contribuenti possessori di beni immobili devono pagare. Ciò che differenzia l'IMU però, oltre ad essere...
Aziende e Imprese

Come si calcola il capitale dell'interesse semplice

Con il termine "capitale dell'interesse semplice" si intende la percentuale ricavata dai vostri risparmi, espressa in modo annuo. Determinare il valore esatto non è difficile. Se siete interessati a questo argomento, qui di seguito vi sarà spiegato,...
Finanza Personale

Come calcolare il reddito equivalente per l'università

Una volta che è stata effettuata l'immatricolazione, tutte le università statali richiedono il versamento delle tasse universitarie, per poter accedere al corso. Le tasse da pagare vengono divise in due differenti trance lungo tutto l'anno accademico....
Aziende e Imprese

Come calcolare i costi di un progetto

È naturale che portare avanti un progetto è necessario calcolare il suo costo di costruzione il quale include un'innumerevole quantità di voci che rendono molto difficile e complessa poterlo realizzare. Il calcolo dei costi di costruzione sono svolti...
Finanza Personale

Come calcolare la Tarsu

Il decreto legislativo numero 507 del 15 novembre 1993, ha previsto, per dentro i confini italiani, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. L'applicazione di questa tassa è delegata dallo Stato centrale, alle istituzioni comunali presenti...
Lavoro e Carriera

Come fare le fatture

Occuparsi personalmente della contabilità non è semplice. Per alcuni è un mondo a parte, astruso e complesso. Tuttavia, se possiedi un'attività commerciale e la partita IVA devi necessariamente emettere una fattura. Il documento fiscale accompagna...
Case e Mutui

Come assicurare la propria casa

Gli imprevisti domestici sono sempre in agguato: è piuttosto facile distrarsi mentre si è ai fornelli o distogliere per pochi secondi l'attenzione dal proprio figlio che gattona alla ricerca di chissà quale guaio, non è così strano ritrovarsi a dover...
Aziende e Imprese

Regime dei minimi: come fatturare a un cliente estero

Il regime fiscale, che consente ad una ben precisa categoria di persone di diminuire le spese amministrative in modo molto vantaggioso, è il cosiddetto regime dei minimi. Interessa in maggior modo le imprese individuali e quelle professionali. In questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.