5 regole da rispettare il primo giorno di lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il primo giorno di lavoro è sempre un giorno importante, soprattutto quando si tratta del primo lavoro, dopo la carriera di studio, oppure di un lavoro nuovo, in seguito ad un grande cambiamento di vita. Il primo giorno di lavoro, però, oltre ad essere emozionante, è anche un giorno che richiede regole precise di comportamento e di etichetta. Ecco una lista utile delle 5 regole da rispettare assolutamente, in occasione del primo giorno di lavoro.

26

Vestirsi in modo professionale

La prima delle importantissime 5 regole da rispettare, in occasione del primo giorno di lavoro, è quella che riguarda l'abbigliamento. La prima impressione è quella che conta maggiormente, dunque è fondamentale vestirsi in modo adeguato, professionale, sobrio ma, al tempo stesso, elegante e formale, per dare un'ottima impressione ai propri superiori. Un outfit da primo giorno di lavoro dovrà essere formale e semplice, dai colori neutri e non troppo vistosi.

36

Presentarsi ai colleghi

La seconda delle 5 regole da rispettare nel primo giorno di lavoro è quella di presentarsi subito ai colleghi, in modo amichevole e cordiale. Arrivare sul luogo di lavoro il primo giorno, senza salutare nessuno e senza presentarsi agli altri impiegati, sarebbe maleducato e poco cortese.

Continua la lettura
46

Ringraziare i superiori

La terza delle 5 regole da rispettare, in occasione del primo giorno di lavoro, è recarsi subito nell'ufficio del proprio superiore, o dei propri superiori, per un saluto formale ed un ringraziamento per il nuovo impiego, promettendo professionalità, serietà ed entusiasmo.

56

Arrivare in anticipo

La quarta delle 5 regole del primo giorno di lavoro è quella di arrivare in leggero anticipo, allo scopo di conoscere superiori e colleghi e conoscere la propria postazione lavorativa, scoprire il nuovo ufficio, esplorare il nuovo ambiente. Arrivare in ritardo sarebbe imperdonabile, agli occhi dei superiori! Anche arrivare in perfetto orario sarebbe un errore, perché non consentirebbe il necessario tempo di presentazione, prima di iniziare a lavorare.

66

Non andare via prima del previsto

Infine, la quinta ed ultima delle importantissime 5 regole del primo giorno di lavoro è quella di non scappare via dall'ufficio prima del tempo! Il primo giorno di lavoro è il più importante, per far capire a superiori e colleghi il proprio stile di lavoro e di impegno, ed inventare scuse per andare via prima del previsto sarebbe un errore terribile, poiché questo comportamento manifesterebbe uno scarso impegno ed una scarsa voglia di lavorare. Almeno per il primo giorno, ogni altro impegno personale dovrà aspettare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come comportarsi il primo giorno di lavoro

Dopo aver inviato decine di curriculum sia cartacei che on line, a volte capita di affrontare dei colloqui e magari di superare dei test. In seguito, dopo aver atteso qualche giorno il telefono squilla per presentarsi nuovamente in azienda e firmare il...
Lavoro e Carriera

Vademecum per la prima giornata di lavoro

Il primo giorno di lavoro è un evento molto importante, carico di sentimenti contrastanti. L’emozione e la gioia per le attese e per l’inizio unito all’ansia di affrontare, ambiente colleghi e superiori sconosciuti. La consapevolezza che la prima...
Lavoro e Carriera

Ufficio: i 10 errori da evitare

Se sei fra quei pochi fortunati che, in questi tempi così duri, sono riusciti a trovare lavoro, questo articolo fa per te; soprattutto se l'impiego in questione si svolge in un ufficio. Non hai mai lavorato in un ufficio prima d'ora? Stai tranquillo,...
Aziende e Imprese

5 modi per comunicare tra colleghi

A tutti è capitato di ritrovarsi a parlare con i colleghi e non sapere come fare per rompere il ghiaccio o per sentirsi sicuri di sé. In questa lista vi elencheremo 5 modi per comunicare tra colleghi in maniera semplice e diretta, facendo in modo di...
Aziende e Imprese

10 cose da non fare in ufficio

Chi svolge un lavoro di ufficio trascorre prevalentemente la maggior parte delle ore della giornata assieme ai colleghi di lavoro, piuttosto che con i propri familiari. Anche se l'ufficio può assumere dei connotati familiari in caso uffici con pochi...
Lavoro e Carriera

Come essere un buon receptionist

La figura professionale del receptionist è richiesta con sempre maggiore frequenza, in quanto trova applicazione in vari campi, come quello turistico (settore alberghiero), ma anche commerciale (ad esempio come centralinista sia in aziende che in uffici...
Lavoro e Carriera

Cercare lavoro: 10 errori da evitare

L'articolo 1 della Costituzione afferma che l'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro. Tuttavia, oggigiorno anche coloro che possiedono una laurea, delle competenze specifiche e tanta buona volontà, hanno difficoltà a trovare un impiego....
Aziende e Imprese

Come organizzare una cena aziendale

La cena aziendale è un evento formale od informale con duplice scopo. È un'occasione per instaurare rapporti di complicità e collaborazione tra colleghi. Un'opportunità per raggiungere più agevolmente un obiettivo comune. Inoltre, l'incontro con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.