5 cose da sapere sul mutuo a tasso con CAP

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando parliamo di mutui, la cosa migliore è sempre valutare le proposte che ci offre il mercato in modo da trovare il finanziamento migliore. In questa guida vi spiego nei dettagli 5 cose da sapere sul mutuo a tasso con Cap, cioè quello apposito che ci permette di sottoscrivere un mutuo a tasso variabile.

26

Stipulando un mutuo con Cap si paga una polizza assicurativa

Quando si stipula un mutuo con Cap, si paga necessariamente una specie di polizza assicurativa il cui compito è quello di coprire l'eventuale differenza delle rate nel malaugurato caso in cui i tassi dovessero superare la soglia massima fissata.

36

Il Cap offre l'opportunità di usufruire di un finanziamento ad un tasso più basso

Il Cap permette di usufruire agevolmente di un finanziamento ad un tasso molto più basso se lo confrontiamo con i finanziamenti a tasso fisso. Però c'è anche il rovescio della medaglia, infatti esso è collocato ad un tasso più alto rispetto a molti altri dello stesso tipo. Questo succede perché la banca in questi casi offre sempre una garanzia accessoria che però viene a costare molto cara e di conseguenza provoca l'aumento dello spread. Questo fattore è da prendere in considerazione tutte le volte che vogliamo usufruire di un tasso più basso.

Continua la lettura
46

Con il Cup il piano di ammortamento è molto facile da calcolare

Se vogliamo calcolare il piano di ammortamento che otteniamo tramite il Cup, dobbiamo sapere prima di tutto che basta calcolare la quota di interessi al nuovo tasso dopodichè non ci resta che sommare la quota capitale stipulata precedentemente. Nel caso che invece vogliamo solamente calcolare l'importo della quota massima ammissibile dopo 12 mesi di ammortamento, dobbiamo prima di tutto prendere in considerazione tutto il debito residuo ed applicarci un tasso che di solito non supera mai il 7%. Per ottenere il risultato finale ci basta soltanto fare un semplice calcolo di percentuale.

56

Il Cap è conveniente solo in alcuni casi

Se vogliamo capire chiaramente se il Cap è conveniente o no, dobbiamo sapere prima di tutto che il suo tetto massimo deve essere sempre applicato al TAN, e deve avere un valore di mercato per cui chi chiede il mutuo deve essere sempre completamente tutelato. Inoltre non deve essere troppo alto. Questo è un aspetto che molto spesso viene trascurato ed invece è importantissimo per capire che margine di convenienza rappresenta il Cap preso in esame. Nel contratto è necessario che il floor sia assente, in modo da non trovarci ad avere a che fare con una soglia minima che presenti dei tassi che siano stati imposti dalla banca in modo autonomo. In questo caso è meglio venirne a conoscenza in anticipo in modo da valutare se conviene prenderla in considerazione oppure no.

66

Con il Cap il mutuatario ha sempre una riduzione dell'importo mensile

Con il Cap il mutuatario ha sempre la garanzia che l'importo mensile della rata gli viene ridotto mentre invece nei periodi di alta inflazione egli è sicuro che la rata mensile non può salire oltre un certo limite imposto precedentemente dalla banca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come calcolare le rate del mutuo

Per molte famiglie l'acquisto della casa è importante, in quanto ottima forma di investimento. Inoltre molte persone ritengono che sia molto più conveniente pagare una rata fissa mensile di un mutuo, per un periodo di tempo determinato, piuttosto che...
Case e Mutui

Mutui: 5 buone ragioni per scegliere il tasso fisso

Negli ultimi anni, complice la crisi economica, sono aumentate le richieste per la concessione di un mutuo. Il mutuo è un finanziamento a lungo o breve termine, erogato da una banca o da un intermediario autorizzato, per l'acquisto di un immobile o di...
Case e Mutui

Mutui: 5 buone ragioni per scegliere il tasso variabile

Nel momento in cui è necessario stipulare un contratto di mutuo, molte persone si chiedono quale sia l'opzione maggiormente conveniente in tema di tasso d'interesse, ovvero se conviene scegliere il tasso variabile o al contrario quello fisso. Come vedremo...
Case e Mutui

Mutuo con ammortamento alla francese

Lo sviluppo della matematica e dell'economia ha portato nel tempo alla nascita, in particolare nel settore bancario, di varie tipologie di ammortamento del mutuo: in questa guida approfondiremo l'ammortamento alla francese, ovvero a rata costante. Questa...
Case e Mutui

5 cose da sapere sul mutuo a tasso fisso

Quando si richiede un mutuo, oltre a negoziare con la banca, per un cliente è importante sapere o ancora meglio farsi spiegare prima o durante la concessione del mutuo cosa sia un mutuo a tasso fisso o a tasso variabile. Per chiarirvi le idee in merito...
Case e Mutui

Come ridurre la rata di un mutuo

Spesso si ricorre ad attivare un mutuo presso una banca oppure presso un'agenzia di prestiti per fare acquisti soprattutto onerosi che altrimenti non si riuscirebbero a pagare. Viene di solito concesso, un finanziamento con restituzione periodica delle...
Finanza Personale

Come Calcolare il tasso d'interesse di un piano di ammortamento a Rata Costante

L'acquisto di una casa rappresenta per ogni famiglia l'investimento più importante di un'intera vita; per questo motivo, prima di fare questo importantissimo passo è necessario fare una serie di valutazioni affinché non ci si possa pentire di quanto...
Case e Mutui

5 regole per risparmiare sul mutuo

Per cercare un mutuo per la casa conveniente è bene seguire alcune semplici regole, in maniera tale da poter scegliere l'opzione più adeguata alle vostre esigenze, come la scelta dello Spread o la valutazione del TAEG, o le varie agevolazioni che si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.