5 consigli per creare un logo aziendale

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La scelta del logo non è semplice come può apparire. È il segno rappresentativo ed unico della propria azienda. Un'immagine o una scritta a cui i clienti associano automaticamente il nome dell'azienda. È anche vero che oggi siamo bombardati di pubblicità di ogni tipo e sotto ogni forma (video, banner, cartelloni, volantini, insegne...) quindi spesso nella distrazione non badiamo neppure a tutto ciò. Creare un logo che catturi l'attenzione è davvero un'impresa ardua anche se fatto da professionisti. Partiamo con il presupposto che l'azienda deve disporre di una certa somma da destinare alla grafica aziendale. La realizzazione di un logo può richiedere poche decine di euro ad alcune centinaia. Molto dipende dal budget a nostra disposizione e da a chi affidiamo il lavoro. Il logo dovrebbe raccontare qualcosa dell'azienda e della sua storia, un segno unico ed originale. Da non sottovalutare un aspetto, un logo deve essere versatile, cioè utilizzabile su diversi canali (sito web, blog, carta, targhette, cartelloni...) ciò implica una certa conoscenza del settore grafico. Nella guida darò 5 consigli per creare un logo aziendale.

26

Traiamo inspirazione dal web

Diciamo che spesso il budget per realizzare un logo è molto limitato perciò in rete si trovano risorse a poche decine di euro. Un esempio è graphicriver dove possiamo scegliere alcuni elementi per la nostra grafica. Preciso di fare attenzione perché sul web in generale, possiamo incappare in loghi già pronti che spesso si rifanno a marchi esistenti, perciò facciamo attenzione se non vogliamo incorrere in guai.

36

Scarichiamo nuovi font

Molto spesso come logo, può bastare una scritta con le iniziali del titolare o con il nome dell'azienda. Se l'idea è questa, sul sito dafont troviamo facilmente nuovi font da scaricare facilmente ed utilizzare per le nostre scritte. Questa modalità è molto comoda se vogliamo usare il nostro logo sul web e senza spendere una cifra, infatti il download è gratuito o per chi volesse si può fare un'offerta al realizzatore.

Continua la lettura
46

Pensiamo ad uno slogan

Anche se l'immagine o la scritta che abbiamo scelto sono semplici e comunicative possiamo rendere meglio l'idea di cosa si occupa l'azienda pensando ad uno slogan efficacie ed immediato da associare al logo. I nostri potenziali clienti devono subito capire qual è il servizio che offriamo.

56

Organizziamo graficamente il logo

Il logo deve essere semplice, eventualmente a colori ma che non siano più di tre e possibilmente in sintonia tra loro. Pensiamo al fatto che debba essere utilizzato su vari canali di comunicazione. Prestiamo attenzione al formato, alla grandezza e ai pixel.

66

Utilizziamo risorse on line

Se vogliamo evitare programmi troppo professionali come Illustrator di Adobe proviamo la piattaforma on line Canva dove previa registrazione possiamo cimentarci nella realizzazione del nostro logo. Altrimenti non ci resta che affidarci a dei buoni professionisti nel campo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Gli errori più comuni nei biglietti da visita

Se avete una ditta o azienda o siete semplicemente dei privati che svolgono un'attività e vogliono farsi conoscere, l'ideale è quello di stampare dei biglietti da visita. Il biglietto da visita, oltre a fare pubblicità, è comodissimo per avere a portata...
Aziende e Imprese

Come rafforzare il proprio “brand name”

La marca, oppure, detto in lingua inglese, il brand name, è un simbolo, un nome, un marchio o un insieme di questi elementi, con i quali si intende identificare prodotti e servizi di uno o più venditori, differenziandoli da altri presenti sul mercato....
Aziende e Imprese

Come creare un canale aziendale su YouTube

YouTube è stato creato soltanto nel 2005 ma fin da subito ha presentato un'evoluzione straordinaria, in meno di dieci anni dalla sua nascita. Oggi come oggi rappresenta la piattaforma di condivisione di video più celebre ed utilizzata al mondo. Inoltre...
Aziende e Imprese

Come avviare un'attività di verniciatura e decorazione

Iniziare un'attività di decorazione residenziale e commerciale, è una grande opzione se abbiamo occhio per il colore, lo spazio e un talento per il disegno. La semplice aggiunta di un tocco di colore o di pochi ben piazzati elementi d'arredo può avere...
Aziende e Imprese

Come promuovere una nuova attività

Esistono molti modi per promuovere una nuova attività: canali pubblicitari tradizionali come stampa, TV e radio oppure più innovativi come Internet, i social media e le newsletter e non dimentichiamo le pubbliche relazioni (PR). Alcune operazioni pubblicitarie...
Aziende e Imprese

Come scrivere la brochure aziendale

Con il termine "la brochure" di origine francese, si indica un opuscolo formato da immagini e testi che consente di presentare dei prodotti, servizi e dettagli di un'impresa. Per poter elaborare e creare tale opuscolo è necessario avere in mente buone...
Aziende e Imprese

5 strategie per promuovere una piccola azienda

La promozione della propria attività imprenditoriale è fondamentale se si vogliono generare utili dalla propria attività di business. In questi anni di crisi economica sono diminuite moltissimo le commesse alle piccole imprese. Attenzione però, la...
Aziende e Imprese

Come realizzare una carta intestata

Per ogni azienda la carta intestata è importantissima, in quanto rappresenta il biglietto da visita per tutti i documenti dell'azienda. La carta intestata è anche utilizzata per le comunicazioni interne ed esterne, quindi deve avere tutte le informazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.