5 consigli per affrontare le critiche sul lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si lavora come dipendenti può capitare spesso di ricevere delle osservazioni circa le proprie mansioni, sul modo in cui le si sono svolte, e sul proprio comportamento. Tali osservazioni possono venire da parte di un capo o di un collega, ma in entrambi i casi bisogna sapere come reagire, affinché l'ambiente di lavoro sia sempre sereno e non si creino inutili attriti. Ecco a seguire 5 consigli per affrontare le critiche sul lavoro.

26

Impara a distinguere tra critiche distruttive e critiche costruttive

Per prima cosa bisogna avere ben chiara la differenza tra una critica distruttiva e una costruttiva. La prima mira soltanto a minare la stima che hai in te stesso; molto spesso rasenta l'insulto e non offre alcuno spunto per migliorarti. Se una critica del genere viene da un capo, il modo migliore per reagire è tacere e fare finta di nulla. Se la cosa si ripete spesso, forse è il caso di valutare un impiego alternativo, perché ti trovi in un ambiente oppressivo, che non ti consentirà mai di crescere professionalmente. Se una critica distruttiva viene da un collega, puoi decidere se segnalarlo presso il capo, o semplicemente rimetterlo al suo posto. Le critiche costruttive invece sono quelle che danno modo di migliorare il proprio operato: a queste va sempre prestato ascolto.

36

Rammenta che la critica non è rivolta alla tua persona, ma al tuo operato

Anche una critica costruttiva può però essere fastidiosa, ma solo se la intendi rivolta alla tua persona, al tuo modo di essere. Ognuno di noi ha un carattere peculiare, e nessuno può permettersi di criticarlo; ma le osservazioni che ti vengono fatte sul posto di lavoro riguardano solo ed esclusivamente le mansioni che devi svolgere da un punto di vista professionale. Dunque, non c'è motivo di offendersi.

Continua la lettura
46

Trasforma il negativo in positivo

Una critica di solito mette in risalto un errore che hai fatto, una mancanza commessa nello svolgere un compito. Analizzandola attentamente riuscirai a capire quali sono le tue debolezze lavorative, e quindi a che cosa devi fare maggiore attenzione per migliorarti continuamente e così diventare efficiente al massimo nel tuo ruolo.

56

Sii propositivo

Quando ti viene mossa una critica, non devi reagire come faresti d'istinto, ovvero chiudendoti a riccio e cercando giustificazioni per il tuo operato. Chiedi invece maggiori informazioni, fatti spiegare bene perché il capo, o il collega, ha ritenuto che il tuo operato fosse criticabile, dimostra di cercare il confronto. Puoi anche dire qualcosa in tua difesa, tenendo però sempre presenti le ragioni altrui.

66

Fai tesoro della critica ricevuta

Una volta chiuso l'episodio, non devi semplicemente archiviarlo, ma devi cercare di applicare quotidianamente sul lavoro quello che hai imparato dalla critica ricevuta. Devi dimostrare cioè di essere in grado di non ripetere gli stessi errori, ma anzi di saper imparare da essi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare critico cinematografico

Diventare critico cinematografico significa avere in primis una passione verso il mondo del cinema. Significa documentarsi sui vari generi, sui grandi classici del passato, essere sempre informato sui nuovi film in uscita. Inoltre bisogna avere della...
Lavoro e Carriera

Come diventare media educator

Il media educator è una nuova figura professionale che svolge un'attività educativa e didattica allo scopo di far comprendere i mass media, la loro origine, le tecniche e i linguaggi utilizzati per divulgare i messaggi di tale disciplina. Tuttavia,...
Lavoro e Carriera

10 modi per farsi stimare dal capo

A tutti piacerebbe che il nostro impegno sul lavoro venga subito riconosciuto ed apprezzato dal capo, che rimanga colpito dal nostro lavoro a tal punto da non mettere più in discussione la fiducia e la stima che ha nei nostri confronti. Nel mondo reale...
Lavoro e Carriera

5 consigli per diventare fotografi migliori

La fotografia è una vera e propria arte, molto in voga negli ultimi anni. La quale viene espressa sia a livello professionale che amatoriale: attualmente, basta disporre di una buona macchina fotografica e si possono realizzare degli scatti veramente...
Lavoro e Carriera

Come presentare la propria opera a un editore

Hai un romanzo, un racconto oppure una raccolta di poesie nel cassetto? Vuoi contattare un editore ma non sai come fare? Hai ricevuto pareri positivi da amici e parenti ma ne vuoi uno professionale? Vuoi sapere come scegliere l'editore a cui inviare l'opera?...
Lavoro e Carriera

Come fare una pubblicazione scientifica

Gli scienziati si confrontano mettendo in campo delle discussioni che avvengono quasi esclusivamente a suon di testi scientifici. Essi rendono pubblico il loro lavoro, le loro metodologie e soprattutto i risultati delle proprie ricerche tramite le riviste...
Lavoro e Carriera

Come capire se si è vittime di mobbing

Quando si parla di mobbing si fa riferimento ad una serie di azioni compiute per un lungo periodo e volte a danneggiare intenzionalmente una persona per ottenere un determinato scopo; nel mondo del lavoro il mobbing viene attuato per indurre la vittima...
Aziende e Imprese

Strategie per aumentare la produttività aziendale

Nel mondo degli affari, il successo si basa quasi esclusivamente sui concetti di versatilità e dinamismo. Per riuscire ad ottenere dei grandi riconoscimenti in questo campo, infatti, è assolutamente necessario sapersi adattare alle correnti del momento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.