10 consigli per diventare freelance

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Ai giorni nostri si sta affermando sempre più una nuova categoria di lavoratori richiesta dal mercato, i cosiddetti freelance. Questa tipologia indica i lavoratori liberi, nel senso che sono i datori di lavoro di sé stessi. Queste figure scelgono di offrirsi in modo autonomo, concedendo le proprie professionalità e competenze a differenti soggetti interessati nella loro attività. Il freelance può anche decidere di praticare aprendo partita IVA, con ritenuta d'acconto oppure dedicarsi alle collaborazioni occasionali. Per chiunque volesse intraprendere questa strada, vediamo qui di seguito 10 consigli per diventare freelance.

211

Capire in quale settore o mansione si è maggiormente abili

La prima cosa da fare è sicuramente interrogarsi su quali siano le nostre capacità maggiormente sviluppate, che potremmo dunque sfruttare in ambito lavorativo per prestare specifiche competenze a chi le necessita. Divenire coscienti delle proprie possibilità fornirà il giusto slancio di partenza.

311

Fare la differenza nel settore scelto

In base alle proprie caratteristiche specifiche ed all'esperienza nel proprio ambito lavorativo, bisogna capire quali sono i nostri punti di forza che ci faranno emergere rispetto alla massa e notare tra tutti. Quindi non basterà fare bene il proprio lavoro, si dovrà svolgerlo in modo ottimo ed introducendo dettagli che si facciano ricordare positivamente da chiunque ne venga a conoscenza. Questo aumenterà notevolmente le chances di venir contattati per futuri impieghi a discapito della concorrenza.

Continua la lettura
411

Creare un sito internet gratuito tramite la piattaforma di sviluppo web WIX

Il modo migliore per ottenere una discreta visibilità iniziale è quello di crearsi un sito internet professionale a pagamento, o in alternativa un sito internet gratuito (ad esempio WIX) realizzato e gestito proprio da te stesso. Il sito in questione permette di dar vita alla propria pagina web andando a modificare dei templates già esistenti sulla sua piattaforma.

511

Promuovere sé stessi attraverso i social network

Si passa alla creazione di una pagina lavorativa all'interno di un social network, alla quale si collegherà il sito internet realizzato precedentemente (da effettuare nella sezione informazioni). Qui potrai far conoscere a chiunque voglia visitarla le tue competenze, documentando eventualmente con fotografie e video (fortemente consigliato per i lavori in ambito artistico/letterario), creando eventi al quale invitare i membri che vorranno seguire la tua pagina, ampliando la tua rete di contatti anche grazie al passaparola. Esiste inoltre una funzione specifica che permette di promuovere a pagamento la propria pagina (una somma irrisoria inizialmente, la quale aumenterà in funzione del numero di followers), rendendola facilmente visibile al target desiderato, scelto in funzione di età, sesso, ambiti di interesse preferiti e zona del mondo.

611

Promuovere sé stessi tramite un'applicazione per il cellulare

Altra metodologia per metterti in contatto con migliaia di esperti di qualsiasi settore è un sito dedicato esclusivamente al lavoro. Qui è possibile descrivere la propria personalità, gli studi effettuati, i traguardi conseguiti, le qualifiche ottenute e rendersi disponibile alle richieste del mercato. Collegate al sito esistono delle applicazioni per cellulare, scaricabili comodamente su Google Play o App Store. Con esse si può velocemente caricare il proprio profilo personale, inviare ed accettare richieste di collegamento con altri utenti registrati sulla piattaforma, rimanere aggiornato su quali aziende o privati ricercano in un preciso momento determinate figure professionali, e se lo deciderai potrai contattarle per candidarti o proporti spontaneamente.

711

Mantenersi costantemente aggiornato

Bisogna risultare sempre al passo coi tempi, quindi gli aggiornamenti sono d'obbligo e periodici. Approfondisci continuamente le tue conoscenze e sviluppa le tue capacità. Questo ti permetterà di essere riconosciuto come un esperto del tuo settore, aspetto che migliorerà la tua reputazione e ti farà considerare affidabile. Altro aspetto importante è monitorare chi svolge la nostra stessa attività, visualizzando aspetti positivi e negativi, cercando spunti per evolvere e crescere.

811

Gestire il proprio tempo

Una corretta gestione del tempo porterà il freelance a vivere la sua esperienza serenamente. Quindi bisogna pianificare, stilando magari una to-do-list, tenendo bene a mente quali sono le priorità. In tale modo non si lascerà nulla al caso e si potrà prevedere di ritagliarsi anche del tempo per la gestione di eventuali imprevisti, i quali così non ci faranno allarmare e potranno essere risolti tranquillamente. È infine da tener presente che il lavoratore autonomo sceglie da solo quando e per quanto lavorare, ma le occasioni possono presentarsi in qualsiasi momento, quindi è raccomandabile coglierle non appena si presentano.

911

Gestire il proprio guadagno

Il freelance non ha uno stipendio fisso, quindi di sicuro il guadagno mensile non sarà mai lo stesso, e varierà in funzione della mole di lavoro presente. Quindi risulta fondamentale imparare a gestire il proprio budget. Il consiglio è quello di cercare di far rientrare le spese sempre in una cifra prestabilita, tenendo conto di tasse e contributi che dovrai versare, e di mettere da parte l'eccedenza nei periodi in cui il lavoro sarà maggiormente prolifico in un fondo da cui attingere nei momenti di siccità economica.

1011

Mantenere il corpo in forma per allenare la mente

È risaputo che allenare il proprio corpo apporti notevoli benefici, ma essendo il freelance sempre in cerca di idee innovative che lo aiutino a primeggiare per arricchire la sua rete di collaboratori e committenti, per lui è fondamentale. Così infatti manterrà il cervello sempre lucido, attivo e permeabile alle ultime tendenze. Inoltre l'allenamento aiuta anche nell'abitudine alla programmazione (utile alla gestione del tempo) e la mente diviene elastica, quindi pronta a farci subito rialzare e ripartire dopo un tentativo fallito; quest'ultimo aspetto è proprio ciò che ha reso molte personalità famose ed affermate tali.

1111

Comportarsi come se fossi già un professionista

L'ultimo consiglio risiede nell'atteggiamento mentale nei confronti del lavoro per il quale il freelance si propone. Anche se non si è già affermati nel settore, il potere del nostro pensiero potrebbe aiutarci a divenire chi vorremmo. Quindi si potrebbe iniziare a vestirsi e comportarsi come la professione che vorremmo svolgere, e questo influenzerebbe positivamente il nostro modo di essere, facendoci sentire subito maggiormente appagati ed in sintonia con tale figura, indirizzandoci verso essa. Inoltre anche le persone che ci circondano o seguono sui social network verrebbero influenzati a credere a loro volta nella nostra immagine pubblica. Quindi ciò è utile a farci apparire come chi sognamo di essere, spingendoci a divenirlo, ma si raccomanda sempre di essere onesti rispetto ai propri limiti, i quali se nascosti e poi smascherati potrebbero rovinosamente portare ad una retrocessione professionale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

I principali svantaggi del lavoro freelance

Con il termine freelance, proveniente dalla lingua inglese, si indica un tipo di lavoro o soggetto paragonabile a quello del libero professionista. Questo tipo di lavoro possiede devi vantaggi ma, come vedremo, anche degli svantaggi. Lo scopo di questa...
Lavoro e Carriera

5 consigli per chi vuole diventare freelance

Il mondo del lavoro, così come la nostra società, cambia in modo davvero repentino. Addio al posto fisso, oggi le professioni sono tutte più flessibili, con l'esigenza che il lavoratore sia in grado di reinventarsi in una nuova veste e in un nuovo...
Lavoro e Carriera

Come diventare stilisti freelance

Un lavoratore freelance si differenzia da un tradizionale dipendente per il fatto che esso svolge la propria attività in maniera del tutto autonoma ed indipendente, senza sottoscrivere alcuna forma di contratto lavorativo. Chiaramente, è bene sapere...
Lavoro e Carriera

10 errori da evitare nel CV del freelance

Costruire un Curriculum Vitae degno di nota non è per niente semplice, titoli e competenze devono infatti essere esposti in modo da essere facilmente identificabili ma anche convincenti. Tali problematiche diventano poi ancor più importanti e consistenti...
Lavoro e Carriera

Come lavorare come modella freelance

Vorresti lavorare come modella freelance ma non sai da che parte iniziare? Nessun problema! In questo articolo vogliamo aiutare tutte le nostre care lettrici, che sono amanti della moda e del mondo che c'è intorno ad essa, a capire come si può fare...
Lavoro e Carriera

Come diventare freelance fashion designer

Uno stilista freelance si occupa di progettazione di capi unici per un negozio o per una specifica linea di moda. Ha anche la responsabilità degli accessori di design che vanno coordinati ai capi disegnati. A volte gli stilisti sono assunti da film o...
Lavoro e Carriera

Come diventare agente immobiliare freelance

La figura dell'agente immobiliare è una figura ben radicata e presente su tutto il territorio nazionale. Basta guardarsi in giro per vedere qua e là qualche agenzia di intermediazione immobiliare sparse per la città e talvolta sono veramente tante....
Lavoro e Carriera

Le app più utili per un freelance

Il freelance al giorno d'oggi è una delle mansioni più in rapida crescita, grazie allo sviluppo di internet e quindi alla facilità di comunicazione tra azienda e professionista. Il freelance è un libero professionista che viene ingaggiato da un azienda,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.